Gli operatori di gioco d’azzardo onesti escono

Si sta concretizzando, purtroppo, un pesante “esodo” dal mercato italiano dei casino online di onesti operatori che vessati da varie parti sono stati costretti, purtroppo, a chiudere le proprie attività, licenziare i dipendenti e rimettersi in gioco in occasioni più “tranquille”.

A questo sono stati costretti tanti, tantissimi imprenditori che si sono trovati ad effettuare esborsi notevoli per ottenere le concessioni per aprire sale da gioco che poi, dopo poco tempo, sono stati costretti a ridimensionare. Gli apparecchi da intrattenimento -le “famigerate slot machine- sono diventate “pericolo pubblico” e non divertimento come avrebbero dovuto essere e, quindi, sono state prima relegate a “debita distanza dai luoghi sensibili”, poi limitate negli orari di accensione ed alla fine dovranno essere sostituite con altre più moderne e più controllate ma con altri investimenti che rischiano di diventare… azzardati.

Il fatto poi che alcuni operatori leciti abbiano “alzato bandiera bianca” non è certamente positivo perchè il territorio rischia di essere lasciato in mano all’illegale e questo, sì, porterà serie problematiche oltre a non offrire né tutela per il giocatore né sicurezza nei pagamenti delle vincite. Questo è il risultato delle battaglie di questi ultimi mesi, dei dettami delle varie Leggi relative al gioco che non hanno soddisfatto nessuno: certo, chi non voleva più il gioco-divertimento nella nostra vita sarà felice e soddisfatto. Noi invece no, cedere il passo all’illegale è triste, avvilente ma è quello che si è fortemente voluto per il gioco lecito…

I commenti sono chiusi.