La stabilità del gioco sembra impossibile

Rispetto alla situazione “tremenda” di stallo in cui il mondo-gioco e quello dei migliori casino online con bonus si trova per l’arcinoto problema del versamento dei famigerati 500 milioni di euro suddiviso in due tranche… forse è stato fatto un passo avanti a seguito dell’incontro avvenuto tra il Ministero dell’Economia ed i concessionari di rete delineando una via d’uscita. Certamente, manca poco alla “prima scadenza” e la “palla è passata” alla filiera che entro il 30 aprile dovrà trovare “la quadratura del cerchio”. L’incontro non ha determinato “il colpo di bacchetta magica”, ma ha reso la situazione senza dubbio più chiara: il Governo ha suggerito alle società deputate al versamento dei primi 200 milioni di raggiungere un accordo con le due principali associazioni di categoria sulle modalità di distribuzione delle quote ed, in contemporanea, di adottare gli strumenti “coercitivi” verso quei soggetti che non intendono aderire al pagamento.

Il Governo non vuole veder “sfumare” l’incasso della “prima tranche” e sta tentando di tutto perchè ciò non avvenga, anche perchè se “vi fossero sorprese eclatanti” salterebbe l’intera maonovra economica e con essa la  credibilità dell’esecutivo -già parecchio sottoposto a pericoli in questa direzione-, insieme a quella del settore gioco. A seguito dell’incontro con il Mef le rappresentanze di categoria si sono riunite per tentare un ulteriore accordo… in tempi sempre più ridotti. L’idea più “percorribile” sembrerebbe quella di vedere coperta l’intera cifra della “prima tranche” dai concessionari stabilendo certezze per il recupero delle somme anticipate con una ripartizione concordata… per non vedere saltare l’intero settore e tutto ciò che gravita intorno!

I commenti sono chiusi.